Bolzano

Posted on by

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

Bolzano (Bozen in tedesco, Bulsan o Balsan in ladino, Pouzen o Poazen in sudtirolese) è un comune italiano di 104.029abitanti, capoluogo della provincia autonoma di Bolzano – Alto Adige e dell’omonimo comprensorio, in Trentino-Alto Adige.

La sua popolazione, secondo il censimento del 2001, è per il 73% di lingua italiana, per il 26,29% di lingua tedesca e per lo 0,71% di lingua ladina. L’agglomerazione bolzanina, comprendente i comuni di Appiano, Bronzolo, Cornedo, Laives, Ora, San Genesio, Terlano e Vadena, al 31 dicembre 2009 contava 151.642 abitanti. La percentuale di stranieri, provenienti in maggioranza dall’Europa extracomunitaria, al 31 dicembre 2009 ammontava all’12,2% (12.524).
Bolzano conseguì il titolo di città nel 1268.

Geografia

Bolzano è situata alla quota di 264 m nella parte orientale dell’ampia conca originata dalla congiunzione delle valli di Isarco, Sarentina e dell’Adige. La conca è delimitata ad ovest dalla catena della Mendola (Mendel), a nord-ovest dell’Altopiano del Salto (Salten, 1.500 m), a nord-est da una cima minore del Renon (Ritten) chiamata Monte Tondo (Hörtenberg), e a sud-est dal Monte Pozza (Titschen, 1.619 m) sul cui versante settentrionale si trova la località Colle (Kohlern), il cui nome è spesso impropriamente usato per designare l’intero monte.

Una piccola balza rocciosa di quest’ultimo, chiamata Virgolo (Virgl), si erge verticalmente a ridosso della città.

La città è collegata ai tre monti più vicini da funivie che superano ciascuna circa mille metri di dislivello: la funivia del Colle che risale il Monte Pozza sino al Colle di Villa (Herrenkohlern), quella del Renon con arrivo a Soprabolzano e quella di San Genesio che raggiunge l’omonimo paese sull’altopiano del Salto. Dalla città, guardando in direzione est lungo la val d’Isarco, si vede il poco lontano e suggestivo Catinaccio (Rosengarten, 3.004 m), che è parte delle Dolomiti, con le caratteristiche Torri del Vajolet.

Bolzano è attraversata dal torrente Talvera che confluisce in città nel fiume Isarco, il quale a sua volta si getta nell’Adige pochi chilometri a sud della città stessa. Il nucleo storico della città risiede nel triangolo delimitato a ovest dal torrente Talvera, a sud dal fiume Isarco e a nord-est dal Monte Tondo.

Stemma

Bolzano possiede il suo stemma, unitamente all’istituzione del consiglio comunale, dal 1381, grazie a un privilegio conferito alla città da parte del duca Leopoldo III d’Austria: infatti, lo stemma è quello austriaco con i colori capovolti (bianco-rosso-bianco) e la stella a sei punte dorata al centro, presumibilmente un riferimento alla Madonna (“stella maris”) che è la patrona del duomo cittadino. Solo nel Ventennio fascista la stella è stata ridotta a cinque punte per farla assimilare allo stemma savoiardo, disposizione abolita dopo la liberazione.

Monumenti e luoghi di interesse

Numerosi sono i castelli e le residenze storiche sul territorio comunale o nelle immediate vicinanze: per questo motivo la conca di Bolzano è stata dichiarata la zona con la più alta densità di castelli in Europa Numerose sono le chiede cattoliche, le architetture civili e i monumenti.

Fonte

La descrizione sopra è presa dall’articolo di Wikipedia Bolzano, con brevetto CC-BY-SA. La lista completa di coloro che hanno contribuito alla stesura dell’articolo è disponibile qui.
Le pagine non sono in alcun modo affiliate o appoggiate da chiunque sia associato all’argomento.