Massa

Posted on by

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

Massa è un comune italiano di oltre 71.000 abitanti, capoluogo della provincia di Massa-Carrara in Toscana nell’Italia centrale.

Geografia

Massa è una città della Toscana nord-occidentale, situata allo sbocco della valle del Frigido, a 65 metri sul livello del mare alle falde occidentali delle Alpi Apuane, a circa 5 chilometri dal mare (mar Ligure). La città è sovrastata da un colle sulla cui sommità si erge il castello Malaspina che domina tutta la piana circostante.

Storia

Le sue origini sono indiscutibilmente di età pre-romana (Liguri Apuani), quando, in zona montana ed in prossimità del fiume Frigido, in località poco distante dalla città attuale, sorsero i primi insediamenti umani.

Viene citata per la prima volta come “ad tabernas Frigidas” nella “Tabula Peuntingeriana”, una rappresentazione redatta tra il II ed il IV secolo d.C. nella quale sono descritti gli itinerari terrestri dell’epoca. Sembra che in quei tempi la zona fosse luogo di sosta per viandanti in transito lungo la via consolare Aemilia Scauri che da Pisa conduceva a Luni.

Dal XV al XIX secolo fu la capitale del principato indipendente, poi ducato, di Massa e Carrara, che fu retto dalle famiglie dei Malaspina e dei Cybo-Malaspina. Nel 1829 la città passò ai duchi di Modena della famiglia degli Este d’Austria. Nel 1859 si unì al Regno di Sardegna in un contesto di tensioni sociali tra fedeli alla Casa d’Asburgo-Este e nuove istituzioni sabaude. Il processo di unificazione nazionale a Massa è assai complesso e vede larghi strati della popolazione, senza distinzione di censo, schierarsi contro il processo unitario in movimenti di resistenza che sfociano nella rivolta di Antona (frazione montana di Massa) e portano la recente storiografia a parlare di un controrisorgimento apuano.

Il centro cittadino si sviluppa attorno al castello del XV secolo dei Malaspina e al palazzo ducale del periodo rinascimentale che dà su Piazza Aranci, così denominata per la doppia fila di aranci che la delimitano. Al centro della piazza vi è un obelisco circondato da quattro leoni marmorei. Dal lato nord della piazza inizia via Dante Alighieri che termina con il duomo della città.

La città di Massa e la sua popolazione subirono gravi danni nel corso della seconda guerra mondiale.
Massa, infatti, era situata lungo la Linea Gotica e dal settembre 1944 all’aprile 1945 fu duramente provata dai bombardamenti anglo-americani e dalle stragi dei nazi-fascisti che trucidarono barbaramente innumerevoli civili.

Tra le truppe tedesche operanti in zona figura infatti la16. SS-Freiwilligen-Panzergrenadier-Division Reichsführer SS che vide tra le sue fila anche cittadini italiani e che si caratterizzò per la sua durezza nelle repressioni e rappresaglie. A ricordo di quei terribili giorni, il 25 aprile 2006, in occasione del 60º anniversario della Repubblica Italiana, il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi ha conferito alla città la Medaglia d’Oro al Merito Civile.

Fonte

La descrizione sopra è presa dall’articolo di Wikipedia Massa, con brevetto CC-BY-SA. La lista completa di coloro che hanno contribuito alla stesura dell’articolo è disponibile qui.
Le pagine non sono in alcun modo affiliate o appoggiate da chiunque sia associato all’argomento.