Villacidro

Posted on by

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

Villacidro (Biddacidru in sardo) è un comune italiano di 14.463 abitanti, capoluogo (con Sanluri) della provincia del Medio Campidano in Sardegna. Costituisce il centro più popoloso della provincia.

La città di Villacidro rappresenta uno degli esempi più significativi di adattamento di un abitato alla morfologia dei luoghi. Il centro di antica formazione è posto alla bocca della valle di Castangias costituendone la parte più alta del centro urbano. La parte della città sviluppatasi successivamente si è disposta lungo la conoide di deiezione assumendo la stessa disposizione dei depositi detritici.

Villacidro, dal 1807 al 1821, fu sede di una delle 15 prefetture istituite in Sardegna dal governo Sabaudo.

Turismo

La cascata Sa Spendula, composta da tre salti, è formata dal torrente Coxinas, che prende poi il nome di Rio Seddanus. È una meta frequentata nel periodo estivo in quanto poco distante dal centro abitato. Il sito fu elogiato in una poesia di Gabriele D’Annunzio durante una permanenza nel paese.

Più all’interno, fra i rilievi compresi fra l’altopiano di Oridda e il Monte Linas, sono presenti altre tre cascate, quella del Rio Linas, quella di Piscin’Irgas e quella di Muru Mannu, ubicate in un’area di interesse naturalistico nota come Monti Mannu. La cascata di Muru Mannu, notoriamente associata al territorio di Villacidro, è in realtà ubicata in territorio comunale di Gonnosfanadiga appena oltre il confine con quello di Villacidro.

Nel centro abitato sorge la chiesa di Santa Barbara.

Il Lavatoio Pubblico, in stile Liberty fu inaugurato nel 1893. L’opera, progettata dall’ingegnere Enrico Pani, presenta caratteristiche strutturali riscontrabili in pochissime altre strutture in Sardegna, tra queste il mercato vecchio di Cagliari demolito negli anni ’50 del XX secolo. È costituito da una grande copertura in lamiera sorretta da 22 colonne in ghisa; sotto questa copertura si trovano 36 vasche rivestite in trachite, con capacità, ciascuna, di un quarto di metro cubo. Nel prospetto principale è presente una fontana artistica abbellita da alcune sculture marmoree tra cui due sirene, un leone e una leonessa, andati trafugati nel periodo post-bellico, e alcuni volti d’angelo.

Fonte

La descrizione sopra è presa dall’articolo di Wikipedia Villacidro, con brevetto CC-BY-SA. La lista completa di coloro che hanno contribuito alla stesura dell’articolo è disponibile qui.
Le pagine non sono in alcun modo affiliate o appoggiate da chiunque sia associato all’argomento.