Biella

Posted on by

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

Biella (Bièla in piemontese) è un comune italiano di 45.756 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia nel Piemonte settentrionale.
La città è situata ai piedi delle Alpi Biellesi, e la sua esistenza è attestata sin dall’alto Medioevo. Dominata in seguito dai vescovi di Vercelli, nel 1379 passò ai Savoia. Nel corso dell’Ottocento Biella conobbe un grande sviluppo urbanistico e industriale, divenendo presto nota per le sue industrie tessili.

Numerose sono le testimonianze storiche e artistiche del suo passato; tra le più importanti si ricordano il battistero, la cattedrale, il Campanile di Santo Stefano e numerose ville e palazzi.

Geografia

Biella è situata ai piedi delle Alpi biellesi, sezione delle Alpi Pennine, al centro di rilievi montuosi ricchi di sorgenti (Massiccio del Bo, monti Mucrone – con l’omonimo lago – e Camino cuore di questa sezione) che alimentano i torrenti Elvo a ovest della città, Oropa e Cervo a est.

Dista 82 km da Torino.

Distanza dalle altre province piemontesi: 42 km da Vercelli, 56 km da Novara, 108 km da Alessandria, 114 km da Verbania, 132 km da Asti e 194 km da Cuneo.

Monumenti e luoghi d’interesse

Luoghi di rilievo turistico sono, nella Val Cervo, l’Oasi Zegna e il centro sciistico di Bielmonte (presso Trivero), raggiunto dalla Strada Statale 232 Panoramica Zegna); il Parco della Burcina, riserva naturale con flora protetta, il territorio della Bessa e la riserva naturale regionale detta delle Baragge, un’area verde che fa da corona alla parte a sud-est della città; il Ricetto di Candelo, antico borgo medievale.

Luogo di culto è il Santuario mariano di Oropa, situato a una dozzina di chilometri dal capoluogo e meta di pellegrinaggi.

Palazzo Boglietti, sede di un centro culturale

Di interesse turistico anche la stessa città di Biella con il suo nucleo storico del Piazzo, ricco di atmosfere medievali e di pregevoli palazzi del XV secolo e del XVI secolo, e la città bassa per la presenza di alcuni importanti monumenti come il Battistero (X-XI secolo) romanico con all’interno affreschi del XIII secolo adiacente alla Cattedrale.

La rinascimentale chiesa di San Sebastiano (1504) ancora intatta all’interno conserva ottime pitture di artisti piemontesi. Il chiostro di San Sebastiano ospita il Museo del Territorio, in cui sono esposti reperti di una necropoli romana, ceramiche e quadri, soprattutto degli ultimi due secoli.

Particolare interesse riveste, sul piano dell’architettura il moderno Palazzo Boglietti, sede di un centro culturale.

Fonte

La descrizione sopra è presa dall’articolo di Wikipedia Biella, con brevetto CC-BY-SA. La lista completa di coloro che hanno contribuito alla stesura dell’articolo è disponibile qui.
Le pagine non sono in alcun modo affiliate o appoggiate da chiunque sia associato all’argomento.