Monza e Brianza

Posted on by

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

La Provincia di Monza e della Brianza (Pruvincia de Mùnscia e da la Briansa in dialetto monzese e dialetto brianzolo) è una provincia della Lombardia, istituita l’11 giugno 2004, e divenuta operativa nel giugno 2009 con l’elezione del primo consiglio provinciale. La Provincia di Monza e della Brianza è nata dallo scorporo di una fetta della Provincia di Milano, alla quale precedentemente apparteneva.

Capoluogo della nuova provincia è Monza con 122.337 abitanti, già residenza e capitale estiva del regno longobardo d’Italia all’epoca di Teodolinda e Agilulfo e la popolazione complessiva dei 55 comuni inglobati è di oltre 850.000 abitanti; ai 50 comuni inizialmente inseriti nella legge istitutiva, se ne sono aggiunti altri 5, i quali sono entrati ufficialmente a fare parte della nuova Provincia il 18 dicembre 2009. Con un’estensione di 405,49 km² è la terza provincia più piccola d’Italia, preceduta solo da quella di Prato e da quella di Trieste, ma la seconda, dopo Napoli, come densità di popolazione e la ventunesima su 110 come popolazione.

La superficie urbanizzata della Provincia di Monza e della Brianza è decisamente alta. Rispetto alle altre province italiane l’indice medio di consumo di suolo, inteso come rapporto tra superficie urbanizzata e superficie totale, supera il 53%. La Provincia di Monza e della Brianza è dunque la provincia lombarda con il più alto indice di consumo di suolo. I comuni più urbanizzati sono Lissone, Vedano al Lambro e Bovisio Masciago, che arrivano anche a superare l’80% di indice di consumo di suolo.

Fonte

La descrizione sopra è presa dall’articolo di Wikipedia Provincia di Monza e della Brianza, con brevetto CC-BY-SA. La lista completa di coloro che hanno contribuito alla stesura dell’articolo è disponibile qui.
Le pagine non sono in alcun modo affiliate o appoggiate da chiunque sia associato all’argomento.