Lecco

Posted on by

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

Lecco (Lècchin dialetto lecchese) è un comune italiano di 48.114 abitanti capoluogo dell’omonima provincia in Lombardia, istituita nel 1992 dopo il distacco da quella di Como.

Geografia

Lecco sorge su un deposito alluvionale, in una conca delimitata dalle Prealpi e dal lago Lario, nel punto in cui il Lario finisce e l’Adda riprende il suo corso. Il territorio cittadino è solcato da tre torrenti, il Gerenzone, il Caldone e il Bione. Le montagne che circondano la conca naturale dove si adagia l’abitato sono: a nord il Monte Coltignone (anche chiamato San Martino), a est il Monte due Mani, il Pizzo d’Erna e il Resegone, a sud il Magnodeno. A ovest, sulla riva destra dell’Adda si trova il Monte Barro. Sull’Adda nei pressi del ponte Azzone Visconti si trova la piccola Isola Viscontea.

Morfologicamente il territorio lecchese è il risultato dalle numerose glaciazioni che hanno colpito il pianeta, circostanza ben evidente nell’aspetto delle montagne circostanti, una su tutte la Grigna, che mostrano tutte le caratteristiche dell’escavazione glaciale.

Storia

Reperti archeologici dimostrano la presenza di insediamenti celtici nella zona prima dell’arrivo dei Romani. Questi avevano costruito un castrum qui e ne avevano fatto una strada importante. Dopo la caduta dell’Impero Romano d’Occidente, i Longobardi catturarono la città nel VI secolo, erano seguiti dai Franchi, che fecero Lecco sede di contea e, successivamente, di una marca di frontiera.

L’imperatore Ottone I trascorse molto tempo a Lecco, temprando la rivolta del 964 contro il Sacro Romano Impero guidato dal conte Attone di Lecco. Successivamente il borgo divenne un possedimento del Monastero di S. Ambrogio a Milano. Anche Corrado II soggiornò a Lecco, nel tentativo di liberarla dalla chiesa, ma come risultato delle guerre che ne derivarono la città fu assoggettata a Milano e quindi seguì la storia del Ducato di Milano e della Lombardia. Agli inizi del XVI secolo fu per breve tempo governata dal condottiero Gian Giacomo Medici. Durante la seconda guerra mondiale fu un importante centro della guerra partigiana contro l’occupazione tedesca.

Fonte

La descrizione sopra è presa dall’articolo di Wikipedia Lecco, con brevetto CC-BY-SA. La lista completa di coloro che hanno contribuito alla stesura dell’articolo è disponibile qui.
Le pagine non sono in alcun modo affiliate o appoggiate da chiunque sia associato all’argomento.