La Spezia

Posted on by

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera

La Spezia (Spèza in dialetto spezzino) è un comune italiano di 95.378 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia in Liguria.
È il secondo comune della regione per popolazione (la sua area urbana conta 136.000 abitanti), preceduto solo dal capoluogo Genova.

La città si trova all’estremo levante della regione Liguria, a pochi chilometri dal confine con la Toscana, al centro di un profondo golfo naturale al quale dà il nome. Tale golfo, conosciuto anche con l’appellativo di Golfo dei Poeti, è cinto da una catena di colline, la cui cima più imponente è il monte Verrugoli, 749 m s.l.m., asperità che è situata alla periferia occidentale del centro abitato.

Il territorio comunale spezzino fa parte dell’Autorità di Bacino Interregionale del Fiume Magra ed una piccola porzione del territorio comunale, rappresentata dal piccolo borgo di Tramonti e dalla circostante collina, fa parte del parco nazionale delle Cinque Terre.

Geografia

La città sorge su un angusto lembo di terra stretto tra mare e monti; diretta conseguenza di ciò è la presenza di numerosi quartieri collinari e la disposizione piuttosto irregolare della pianta urbana, che negli anni venti ha richiesto addirittura lo sbancamento del colle dei Cappuccini (dove sorge l’attuale Piazza Europa) per consentire al centro storico lo sviluppo possibile verso est, in direzione della piana di Migliarina, poiché l’area ad ovest è occupata dall’Arsenale Militare.

Tale sviluppo urbanistico ha richiesto ingenti opere di bonifica; infatti dove oggi sorge la gran parte dello scalo portuale era un tempo un’ampia zona paludosa, detta gli Stagnoni.

Il golfo che protegge la città ha una estensione di circa 150 ettari, ed è chiuso da una diga foranea lunga circa 2210 metri con due passaggi, quello di ponente di circa 400 metri e quello di levante di circa 200 metri. L’insenatura del golfo ha una profondità di 4,6 km ed una larghezza di 3,2 km.

Proprio la particolare conformazione del golfo, ben riparato dalla furia delle mareggiate e da possibili attacchi nemici, ha fatto sì che alla Spezia venisse costruito uno dei più grandi arsenali della Marina Militare e, nel corso degli anni, si potesse sviluppare uno dei maggiori porti mercantili del Mar Mediterraneo.

Monumenti e luoghi d’interesse

La chiesa Cattedrale, intitolata a Cristo Re dei Secoli, sorge sulla collina un tempo sede del Convento dei Cappuccini e domina con la sua imponente mole la centralissima Piazza Europa.

La Chiesa Abbaziale di Santa Maria Assunta risale al XIII secolo (il primo documento in cui viene fatto riferimento alla chiesa è datato 1343); da quel momento in poi la chiesa figura come un’importante istituzione negli affari della comunità locale.

La Pieve di San Venerio in Migliarina è l’edificio religioso medievale meglio conservato di tutta la città, scampato alle demolizioni otto-novecentesche e ai bombardamenti della Seconda guerra mondiale grazie alla sua posizione decentrata. L’edificio sorge ai piedi delle colline orientali che circondano la città nel quartiere che oggi da esso prende appunto il nome de “La Pieve”.

La Chiesa dei S.S. Giovanni ed Agostino si trova arroccata alle spalle di Piazza S. Agostino e venne edificata nel XVI secolo, originariamente come un oratorio per il ricovero dei defunti. L’edificio ha una singola navata assai ricca di decorazioni del XVIII e del XIX secolo, il risultato è un contrasto tra l’austerità della parte esterna e lo sfarzo delle decorazioni barocche presenti nella navata e nell’abside.

Il Santuario della Madonna dell’Olmo si trova sulle pendici del Monte Santa Croce, il colle che sovrasta il paese di Fabiano, sul lato occidentale dell’ampio Golfo della Spezia, a circa 280 m sul livello del mare. L’inizio del culto verso l’immagine della Madonna dell’Olmo risale al 1690 circa, quando un’effigie della Vergine con il Bambino, dipinta su una lastra d’ardesia, era collocata su un muro a secco lungo la via: qui i viandanti sostavano per la preghiera.

Il Teatro Civico venne inaugurato nel 1846 come primo teatro appositamente edificato a tale scopo nella città. Il progetto venne redatto dall’architetto ticinese Ippolito Cremona, interprete del neoclassicismo genovese. Dopo alcune modifiche apportate alla fine del secolo, il teatro, ormai inadatto alle esigenze di una città in continua crescita, venne abbattuto per essere sostituito da un nuovo edificio teatrale rispondente alle nuove necessità. Il nuovo progetto fu affidato all’architetto Franco Oliva, mentre lo scultore Augusto Magli fu incaricato dell’apparato decorativo. I lavori del nuovo teatro vennero terminati nel 1933.

Alla Spezia hanno sede importanti siti museali, alcuni di recente costituzione.

Fonte

La descrizione sopra è presa dall’articolo di Wikipedia La Spezia, con brevetto CC-BY-SA. La lista completa di coloro che hanno contribuito alla stesura dell’articolo è disponibile qui.
Le pagine non sono in alcun modo affiliate o appoggiate da chiunque sia associato all’argomento.